SERIE D: Basket Rovello – Bresso Basket 59-66

Buona la prima per Bresso che espugna Rovello con un 59-66 finale che racconta una vittoria per nulla semplice contro una buona squadra. Inizio difficile per un approccio difensivo non consono ad una gara di play-off ed un attacco che sbatte contro ferri rigidissimi, per cui nei primi 10′, solo una tripla di Cantale è lo score degli esterni bressesi, che segnano 6 punti da sotto e la miseria di 1/6 dalla linea di tiro libero; così che il +5 (15-10) per i padroni di casa è persino un buon segno per il proseguio della gara degli ospiti. In effetti nel secondo periodo cresce l’apporto offensivo di Bresso che trova più fluidità e varietà di soluzioni in attacco, difende con più intensità e smette di litigare con il canestro dalla lunetta (dopo essere arrivata ad un assurdo 3/15 infila un 9/10 nella seconda metà del quarto), il che contribuisce al 24-13 di parziale, al sorpasso ed al 28-34 di metà gara. Il ritorno in campo offre probabilmente la migliore Bresso della serata con un buon equilibrio tra attacco e difesa, se si eccettuano le 4 triple che permettono a Rovello di limitare il passivo al -11 (44-55) il parziale al 30′. Nell’ultimo quarto i ragazzi di coach Finkelberg danno l’impressione di poter controllare ed incrementare il vantaggio, invece un Rovello con grande orgoglio si riavvicina fino al -5, l’ultima volta a 4″ dal termine e serve un canestro “impossibile” di Vocino sulla sirena per darci il +7 finale.

“L’esordio di gara ci ha subito fatto capire che per giocare i playoff non è sufficiente fare cose belle e fatte bene. Siamo stati leggeri nel primo quarto e nell’ultimo – ammonisce coach Finkelberg -, più duri e concreti nel mezzo. Non dobbiamo credere che le partite si risolvano con grandi canestri, perchè sono le difese arcigne che vengono premiate e la cattiveria agonistica che oggi ci è mancata. Questa settimana alleneremo soprattutto il carattere, ancor più che le soluzioni tattiche”.