Categoria: Prima Squadra

SERIE D: con rammarico, la Società saluta coach Finkelberg e il suo staff

A volte bisogna affrontare momenti sportivi che non si vorrebbero mai vivere. Vale anche per la nostra Prima Squadra, che nel corso di una stagione del tutto inaspettata deve ora prendere atto della decisione di coach Finkelberg e del suo staff. Sotto la guida del trio Finkelberg-Greco-Nizzola, nel recente passato, la nostra Prima Squadra ha ottenuto traguardi importanti come il 3° posto nella stagione interrotta dalla pandemia, e soprattutto il 1° posto nella stagione 2021/2022 da matricole in serie D. La Società, pur con rammarico, comprende le valutazioni dello staff tecnico e lo ringrazia per la passione e professionalità profuse in questi anni. Ora, con un attivo di 8 punti e 10 partite da disputare, la Prima Squadra dovrà provare a rimettersi in carreggiata e rialzare la testa per acciuffare il miglior piazzamento post season possibile. 

“Voglio ringraziare la Società nella persona del presidente Maurizio Dallolio, che in questi anni trascorsi insieme ha sempre mostrato il suo totale e incondizionato sostegno nei miei confronti – spiega coach Finkelberg -, anche in questo momento così delicato. Nelle recenti stagioni abbiamo vissuto momenti di indelebili soddisfazioni e altri di scottanti delusioni sportive, durante i quali mai è venuta meno la fiducia da parte della Società, e di questo ne sono grato al presidente e alla dirigenza. Da parte mia posso garantire di essermi prodigato con la massima professionalità e dedizione, dal primo all’ultimo giorno, per il bene della squadra e della Società, nel rispetto di quelli che sono i miei princìpi lavorativi, tecnici e relazionali. Le incompatibilità insorte, divenute insanabili, mi inducono ad una scelta non felice quanto necessaria, convinto che porterà alla squadra i benefici sperati, insieme a rinnovati stimoli. Auguro il meglio a questa Società, che tanto di bello mi ha dato, e al suo presidente. Ringrazio i dirigenti che hanno contribuito a lavorare nella giusta direzione. Ringrazio profondamente i miei instancabili collaboratori, Fabio Greco e Riccardo Nizzola, esempi di lodevole etica del lavoro, così come i ragazzi che, con dedizione e sacrificio, hanno accompagnato questa mia pluriennale avventura nel Bresso Basket”.

SERIE D: Bresso Basket – CMB Rho 68-87

Prosegue il cammino, a dir poco deludente, della nostra serie D, che incappa nella 4^ sconfitta consecutiva di questo inizio 2023. Contro C.M.B. Rho, sconfitto all’andata a domicilio,arriva un’altra prestazione sconcertante, a partire dalle 6 palle perse negli altrettanti attacchi iniziali, condite da amnesie difensive che obbligano i padroni di casa a rincorrere da subito gli avversari. Al termine del primo periodo il punteggio,12-25, non ammette repliche, meglio i rhodensi. Si rientra in campo e dopo qualche minuto bastano un paio di triple e qualche difesa più efficace a Bresso per rientrare in partita, anche a -3, ma quando capitan Turchi (22 p. alla fine) deve rifiatare un nuovo allungo dei ragazzi di coach Piva ferma il tabellone sul 37-46 a loro favore. Dopo l’intervallo Bresso prova con le zone a cambiare l’inerzia della gara ma subisce, sia da 3 punti che dai tagli sotto canestro dietro l’ultima linea difensiva, il parziale di 28-15 che chiude ogni discussione sul 52-74 esterno. Ultimo quarto replica di quanto già visto a Bollate, più spazio agli under da entrambe le parti e leggera riduzione dello svantaggio, sotto i 20 punti al 40′, 68-87. Si fatica a trovare spiegazioni razionali a questi risultati così negativi. Bisogna ritrovare se stessi. Lao Tze diceva “Un vincente trova sempre una strada, un perdente trova sempre una scusa”.

SERIE D: Bresso Basket – Tigers Milano 40-64

Bresso inizia il girone di ritorno come aveva terminato quello di andata, perdendo nettamente contro i Tigers. La partita ha poca storia, se si eccettua il primo quarto, terminato 12-16. Dopo la pausa breve la squadra di casa subisce un parziale che porta subito lo svantaggio in doppia cifra e la reazione è sconclusionata con molti errori al tiro ed alcune palle perse di troppo. Così il 17-37 con cui si va al riposo lungo suona già come una sentenza. Nella ripresa viene dato largo spazio agli under, che portano un po’ di vivacità in campo, ma il risultato è ormai compromesso ed il parziale al 30′,25-49, lo certifica definitivamente. L’ultimo quarto in parità, 15-15, suggella il definitivo 40-64 per gli ospiti. Rimane ispiegabile come i ragazzi di coach Finkelberg, dopo un Dicembre che aveva lasciato intravedere buoni segnali per il prosieguo del campionato, abbiano perso tono atletico e capacità tecniche, come se entrassero in campo le loro controfigure. C’è tempo per rimediare, ma serve molto di più per pensare di riuscirci.

SERIE D: F&L Monza – Bresso Basket 82-43

Una vera e propria disfatta per la nostra prima squadra in un venerdi 13 che più horror non poteva essere. Al rientro dopo tre vittorie convincenti e dopo altrettante settimane di recupero, i ragazzi di Finkelberg reggono per 5 minuti il passo dei giovanissimi di Monza, che dai primissimi minuti di gioco trovano canestri da ogni zona del campo con una continuità inimmaginabile. La difesa all’acqua di rose degli ospiti rende tutto più semplice ai bianconeri, a cui riesce tutto con semplicità (40-26 all’intervallo). Nemmeno l’intervallo serve ai bressesi a ritrovare smalto, anzi, i numerosi errori al tiro e le scorribande monzesi allungano il divario sempre più, fino al perentorio +39 finale. Una serata da dimenticare per i nostri colori.

SERIE D: Bresso Basket – USSA Nova 70-66

Prosegue la striscia di risultati utili della prima squadra che sembra aver ritrovato il buon gioco e il giusto atteggiamento. Nel remake della semifinale playoff dell’anno scorso, i ragazzi di Finkelberg vogliono dimostrare di aver imparato la lezione e la partenza sprint ne è una prima prova: 11-1 dopo 3′. Ma Nova non è certo avversaria di primo pelo e in men che non si dica ricuce lo scarto, sebbene l’inerzia sia ancora a favore dei biancoblu per tutto il primo tempo (41-31 all’intervallo). Al rientro Nova tira fuori l’artiglieria pesante e piazza un 12-22 che fa mettere la testa avanti agli ospiti (57-63 massimo vantaggio). Ed è qui che Bresso dimostra di aver ritrovato l’unione del gruppo: con una sequenza di difese vincenti, concretizzate da triple pesantissime, rimette la freccia e i liberi dell’ultimo minuto sanciscono la vittoria per i nostri ragazzi.

SERIE D: Brusuglio – Bresso Basket 47-76

Secondo successo consecutivo per i bressesi che sul campo di Brusuglio scacciano via qualche fantasma e ritrovano la difesa e il buon gioco. Il primo quarto è già specchio delle motivazioni di Bresso di impostare la gara sui binari difensivi: 8-22 al 10′. La zona di casa del secondo quarto esalta una serata al tiro sopra la media per i ragazzi di Finkelberg che piazzano 14-31 di parziale (22-53 al 20′). Al rientro dalla pausa lunga Brusuglio prova e riesce a riaccorciare con un 15-8 che però viene compensato dal 10-15 dell’ultimo quarto.

SERIE D: Bresso Basket – OSL Garbagnate 66-60

Tornano alla vittoria i ragazzi di Finkelberg. A farne le spese è l’OSL Garbagnate. I bressesi scendono in campo con una faccia diversa sin dalle prime battute e l’andamento dei due quarti iniziali sembra indirizzare la gara in maniera netta (42-25 al 20′). La reazione di orgoglio di Garbagnate non si fa attendere oltre: al rientro dagli spogliatoi gli ospiti hano qualcosa di più che consente di piazzare un perentorio 6-24 di parziale che riapre completamente la partita. L’ultimo quarto è vibrante, con molteplici sorpassi, fino a quando i nostri stringono le maglie dietro e grazie al 18-11 inanellano una preziosissima vittoria, utile alla classifica ma soprattutto al morale.

SERIE D: Bresso Basket – Leoniana 65-79

Nella sfida di fondo classifica Bresso sembra volerla spuntare nel primo quarto con una partenza razzo 7-1, in cui l’energia difensiva rende tutto difficile agli ospiti, più esperti ma meno atletici dei nostri. Ci mette un po’ Leoniana a trovare il gioco giusto, coi nostri che continuano a tenere la testa avanti al 20′, nonostante un parziale di 0-6 nell’ultimo minuto del secondo quarto (41-34). Come già visto in precedenza, il secondo tempo mette in luce le nostre difficoltà, caliamo di ritmo e intensità, i bressesi si adeguano al gioco dei più esperti avversari che in attacco dilagano segnando 45 punti in due quarti. In attacco i ragazzi di Finkelberg faticano a trovare gioco fluido, aumentano le palle perse e il divario si consuma fino al -14 finale (12-26 il parziale dell’ultimo quarto).

SERIE D: ASA Cinisello – Bresso Basket 86-79

La prima squadra perde la partita tra chi difende peggio. Partita in equilibrio netto a fine primo quarto, dove in lunetta i padroni di casa sono chirurgici. Bresso nel secondo quarto riesce a provare un allungo che la manda all’intervallo con un risicato +5 (42-47). Bastano alcune perse sanguinose e piú di un appoggio sbagliato a far sí che Cinisello metta la freccia e con tre triple in campo aperto scavano il solco (23-10 il parziale). Ultimi dieci minuti di tensione, con falli tecnici e antisportivi. Bresso tenta di ricucire e arriva a – 4 (77-73) prima dell’ennesima tripla Asa. Sull’82-77 a 50″ dalla fine, nuovo errore bressese da breve distanza e conseguente fallo antisportivi consegnano la vittoria a Cinisello.

“Con 86 punti subiti non vinci nemmeno nel campionato delle parrocchie” – le concise parole di coach Finkelberg. 

SERIE D: Bresso Basket – Basketown 55-71

Non abbastanza per superare una formazione solida come Basketown. I nostri ragazzi della prima squadra partono forte (9-2 dopo 3′) prima di subire un parziale che li manda alla prima pausa 12-19. Secondo tempo in equilibrio con Bresso a stringere le maglie in difesa ma troppo arrendevole a rimbalzo: Basketown guadagna secondi possessi e solo la tripla sulla sirena di Turchi consente di andare all’intervallo con scarto minimo (28-32). Dopo l’intervallo Bresso rimane negli spogliatoi e senza grossi sforzi gli ospiti infliggono un 8-21 che di fatto chiude indirizza la gara (+18 massimo vantaggio ospite sul 33-51). L’ultimo quarto vede i nostri tentare di ricucire il gap più di energia che si tattica e ci riavviciniamo fino al -10, ma un paio di contropiedi di Btown sanciscono il finale 55-71.

“Ci è mancata quella virtù che si applica a qualsiasi evento competitivo – afferma in maniera inequivocabile coach Finkelberg. Rispetto ad altre recenti occasioni abbiamo giocato meglio, abbiamo anche difeso meglio, ma alla fine della fiera tra le innumerevoli palle perse e i rimbalzi offensivi concessi la conclusione è stata ineccepibile. Complimenti ai nostri avversari”.